Statuto NDU

Associazione Studentesca Universitaria

“New Deal”

 Statuto

  Art. 1 ( Costituzione )

È costituita l’Associazione Studentesca Universitaria “New Deal”. Essa è una libera Associazione di fatto, apartitica, apolitica ed aconfessionale, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del Codice Civile, nonché del presente Statuto. L’Associazione non ha scopo di lucro e non persegue finalità speculative.

 Art. 2 ( Sede )

L’associazione ha sede in Reggio di Calabria in Via Dalmazia 8 e potrà istituire sedi secondarie ed uffici distaccati.

Art. 3 ( Scopo )

L’Associazione si propone di svolgere attività di promozione e di fornitura di servizi di quanto viene di buono giusto e vero espresso nell’ambito degli interessi degli studenti, mediante azioni ed iniziative sia proprie dell’Associazione che in interazione con Persone Fisiche, Società, Fondazioni, Comitati, Enti Pubblici e Privati al fine di creare un riscontro reale tra territorio e presenza su di esso dell’Ateneo Universitario. Costituiscono ambiti di interesse dell’Associazione:

  • La cultura
  • L’arte
  • I servizi resi agli Studenti
  • L’informazione
  • Lo sport
  • Il tempo libero e le attività ludiche.

Art. 4 ( Emblema )

 L’emblema dell’Associazione Studentesca Universitaria New Deal è composto dal simbolo dell’Euro capovolto con i bordi color oro, partendo da sinistra si possono osservare all’interno degli spazi vuoti i colori verde bianco e rosso. Sopra il logo è visibile la dicitura New Deal. Ogni uso non conforme dell’Emblema Ufficiale deve essere autorizzato dal Consiglio Direttivo.

Art. 5 ( Carica di Associato )

 Sono Soci dell’Associazione:

  • i Soci Fondatori;
  • i Soci Ordinari.

Si considerano Soci Fondatori i firmatari dell’Atto Costitutivo.

Sono Soci Ordinari coloro che aderiscono all’Associazione nel corso della sua esistenza e sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente iscritti ai Corsi di Studio attivati dall’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria;
  • avere versato la quota associativa sotto forma di tesseramento.

Ogni Associato può essere eletto a cariche sociali.

Al venir meno dei requisiti predetti i Soci Ordinari perderanno automaticamente tale qualifica.

Il Consiglio Direttivo può autorizzare deroghe ai requisiti sopra indicati di cui devono essere in possesso i Soci Ordinari.

Chiunque voglia recedere dall’Associazione può farlo inviando comunicazione scritta al Consiglio Direttivo che avrà effetto allo scadere dell’anno in corso.

 Art. 6 ( Domanda di ammissione )

Chi intende aderire all’Associazione deve rivolgere espressa domanda dichiarando di condividere le finalità che l’Associazione persegue e di accettare senza riserve lo Statuto.

Sull’ammissione dei nuovi Soci delibera il Consiglio Direttivo.

In assenza di un provvedimento di accoglimento entro trenta giorni dal ricevimento della domanda, essa si intende respinta.

Art. 7 ( Organi dell’Associazioni )

Gli organi dell’Associazione sono:

 L’Assemblea dei Soci;

  • Il Consiglio Direttivo;
  • Il Presidente;
  • Il Segretario.

Art. 8 ( Assemblea dei Soci )

 L’Assemblea dei Soci è il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione ed è composta da tutti i Soci, ognuno dei quali ha diritto al voto purché in regola con il versamento della quota associativa annuale.

L’Assemblea elegge il Presidente ed il Segretario.

L’Assemblea si riunisce di diritto il primo giorno non festivo di febbraio e ottobre, ogni Assemblea viene indetta dal Presidente tramite convocazione ordinaria che verrà trasmessa a tutti i Soci a mezzo e-mail almeno 3 (tre) giorni prima della data prefissata o tramite convocazione straordinaria, che verrà trasmesse a mezzo e-mail un giorno (1) prima della data prefissata, ogni qual volta venga richiesto da almeno un terzo del Consiglio Direttivo o da almeno un terzo degli Associati.

In prima convocazione l’Assemblea è valida se è presente la metà più uno dei soci, e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti.

Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante affissione all’albo della sede del relativo verbale.

Art. 9 ( Consiglio Direttivo )

Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di quattro ad un massimo di quindici membri, compreso il Presidente ed il Segretario, eletti dall’Assemblea  fra i propri componenti e dura in carica 2 anni.

Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione e si riunisce ogni qualvolta il Segretario lo ritenga necessario oppure ne sia fatta richiesta da almeno la metà più uno dei Consiglieri.

Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.

Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

  • Predisporre gli atti da sottoporre all’Assemblea;
  • Formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione;
  • Dare attuazione alle direttive generali deliberate dall’Assemblea dei Soci ;
  • Elaborare il bilancio consuntivo, che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno, corredato dalla relazione sulle attività svolte e quello preventivo del successivo esercizio;
  • Stabilire gli importi delle quote annuali associative;
  • Decidere sull’ammissione dei Soci.

Il Consiglio Direttivo è validamente costituito con la presenza della maggioranza dei Consiglieri in carica e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

Di ogni riunione del Consiglio è redatto apposito verbale.

Art. 10 ( Presidente )

Il Presidente è eletto dall’Assemblea, dura in carica 2 anni ed è il legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti.

Nomina i dirigenti in accordo con il Segretario.

Egli convoca e presiede l’Assemblea Generale dei Soci, sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi.

La firma e la rappresentanza dell’Associazione sono affidate al Presidente anche in giudizio.

In caso di assenza o impedimento del Presidente le relative funzioni sono svolte dal Segretario.

Il Presidente conferisce ai Soci procura speciale per la gestione di attività varie, previa approvazione del Consiglio Direttivo.

Nel caso di dimissioni del Presidente le funzioni vengono assunte dal Segretario che entro un mese provvederà a convocare l’Assemblea dei Soci per l’elezione del nuovo Presidente.

Art. 11 ( Segretario )

 Il Segretario è eletto dall’Assemblea, dura in carica 2 anni ed è il responsabile amministrativo ed organizzativo dell’Associazione a tutti gli effetti.

Il Segretario svolge la funzione di verbalizzatore delle adunanze dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo e coadiuva il Presidente ed il Consiglio Direttivo nell’esplicazione delle attività esecutive organizzative ed amministrative che si rendano necessarie o opportune per il funzionamento dell’Associazione. Il Segretario cura la tenuta del libro degli associati, ha inoltre potere decisionale in merito a decisioni ordinarie e di urgenza, decide in luogo del Presidente in caso di impedimenti o di assenza di quest’ultimo.

Art. 12 (Gratuità delle Cariche )

 Tutte le cariche elettive sono gratuite.

Ai soci compete solo il rimborso delle spese varie regolarmente documentate e previa autorizzazione del Tesoriere e del Presidente.

Art. 13 ( Fondo Comune )

 Le risorse economiche dell’associazione sono costituite da:

  • Beni,immobili e mobili;
  • Contributi;
  • Donazioni e lasciti;
  • Ogni altro tipo di entrata compatibile con la natura dell’Associazione.

I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di associazione annuale, stabilite dal Consiglio Direttivo.

Le elargizioni in denaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dall’Assemblea che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con le finalità statutarie dell’organizzazione.

E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

 Art. 14 ( Gestione Finanziaria )

 L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

Il Consiglio direttivo deve redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo.

Il bilancio preventivo e consuntivo devono essere approvati dall’Assemblea ordinaria ogni anno entro il mese di aprile.

Esso deve essere depositato presso la sede dell’Associazione entro i 15 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni associato.

 Art. 15 ( Scioglimento )

 Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato con il voto favorevole di almeno tre quarti dei componenti l’Assemblea dei Soci; Il patrimonio residuo dell’Associazione deve essere devoluto ad Associazioni con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità.

Art. 16 ( Foro Competente )

 Per tutte le controversie in capo all’Associazione si nomina foro compente il Tribunale di Reggio Calabria.

 Art. 17 ( Disposizione Transitoria )

 Per i primi 18 (diciotto) mesi di vita dell’Associazione le cariche sono così assegnate:

  1. Verduci Maria                                            Presidente;
  2. Giordano Alessandro Sergio                  Segretario;
  3. Vacalebre Giuseppe                                  Tesoriere;
  4. Giordano Gianmarco                                Responsabile Pubbliche Relazioni;
  5. Quattrone Antonino                                 Web Master;
  6. Crea Giovanni                                             Consigliere;
  7. Palermo Salvatore                                   Consigliere;
  8. Caracciolo Maria Antonietta               Consigliere;
  9. Petea Francesco                                         Consigliere;

Art. 18 ( Disposizione Finale )

 Per quanto non previsto dal presente Statuto si rimanda alla normativa vigente.

Annunci